Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

Slide background
Slide background

Revet premia tre comuni toscani ad economia circolare

Castelfranco di Sotto (Pi), Firenze e Scarlino (Gr) sono gli enti virtuosi che hanno acquistato prodotti realizzati col plasmix raccolto in modo differenziato in Toscana e riciclato da Revet Recycling.

Passare da un’economia lineare ad un’economia circolare. E’ l’obiettivo dell’Unione Europea, povera di materie prime ma ricchissima di quei giacimenti urbani che sono i rifiuti che quotidianamente produciamo e che se ben raccolti e riciclati, possono essere ricollocati sul mercato evitando il prelievo di materie prime.

Per questo motivo Revet, che ogni anno raccoglie, seleziona e prepara per il riciclo le raccolte differenziate dei cittadini toscani (160mila tonnellate fra imballaggi di vetro, plastica, alluminio, acciaio e poliaccoppiati come il tetrapak), ha deciso di premiare i 3 comuni più virtuosi del 2015 nell’acquisto di prodotti realizzati in materiali riciclati. Si tratta dei Comuni di Castelfranco di Sotto (Pisa), di Firenze e di Scarlino (Grosseto), che nel 2015 hanno acquistato prodotti realizzati riciclando quelle plastiche miste che altrove sono destinate a recupero energetico e che invece la Toscana, attraverso l’impianto di Revet Recycling, riesce a trasformare in granuli pronti per essere stampati e tornare sul mercato sotto forma di nuovi oggetti plastici, anche di alta gamma.

La premiazione è avvenuta giovedi 23 giugno a Roma, nell’ambito dei Comuni Ricicloni di Legambiente, dove si è messo l'accento su quello che è l’obiettivo vero, (il riciclo), rispetto a quello (la raccolta differenziata) che è solo lo strumento per raggiungerlo. Anche perché la Toscana può vantare una filiera del riciclo davvero virtuosa per moltissimi materiali: delle plastiche miste abbiamo già detto, ma anche il ciclo del vetro si chiude tutto in Toscana, così come quello del tetrapak, quello della carta e quello del compost.

«Proprio in Toscana, dove spesso lo sport preferito è il “bartalismo”m dove è sempre tutto da contestare, tutto sbagliato, tutto da rifare – ha spiegato il presidente di Revet Alessandro Canovai - siamo da tempo perfettamente in sintonia con la circular economy che ci chiede l’Europa e abbiamo solo da valorizzare le nostre molte esperienze. Se ci guida la onestà intellettuale di paragonare realtà dimensionalmente e infrastrutturalmente simili nel nostro paese, in tema di raccolta di differenziata e riciclo, emerge che la Toscana se non è prima, sicuramente è tra le prime e che gli sforzi profusi in questi ultimi anni stanno dando buoni risultati, grazie anche ad un meditato disegno strategico attuato dai soci di Revet e al contesto normativo nazionale che attraverso i Consorzi di filiera ha dato solidità alla iniziativa».

Il Comune di Castelfranco di Sotto (Pi) è stato premiato per aver acquistato gli arredi urbani e i giochi di 3 parchi pubblici realizzati in plasmix riciclato Il Comune di Firenze è stato premiato per aver acquistato nel 2015 circa 2900 mastelli in plasmix riciclato destinati alla raccolta differenziata in tutti gli uffici pubblici e le scuole del territorio comunale. Il Comune di Scarlino (Gr) è stato premiato per aver arricchito alcuni parchi pubblici con arredi e giochi realizzati in plasmix riciclato.


Mostra commenti

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information