Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

AGGIUDICATA LA GARA PER L’ENERGIA ELETTRICA IN PIEMONTE

L’appalto di SCR si aggira sui 40 milioni di euro, di cui il 50% da fonte rinnovabile. Un successo del progetto Acquisti pubblici ecologici coordinato dalla Città metropolitana.

Il Consiglio di Amministrazione di SCR Piemonte Spa ha aggiudicato alla Società eporediese NOVA AEG S.p.A. la gara per la fornitura di energia elettrica. La fornitura di elettricità per la Regione Piemonte, i suoi enti, le Aziende sanitarie, circa 300 Comuni, la Città metropolitana e alcune Province piemontesi nell’anno 2017 costerà meno e ricomprenderà un’importante percentuale di energia da fonti rinnovabili.

SCR Piemonte ha lavorato in stretto contatto con Città Metropolitana di Torino e ARPA Piemonte: nell’ambito dei progetti SPP Regions e APE Acquisti Pubblici Ecologici, quest’ultimo attivo già dal 2003 per divulgare e implementare una politica di acquisti “sostenibili”, e in linea con le Strategie sui Cambiamenti Climatici della Regione e dell'Unione Europea, in questa procedura è stata inserita una quota del 50% di energia proveniente da fonti rinnovabili con Garanzia di Origine, fornita allo stesso prezzo dell’energia tradizionale. È una scelta innovativa che comporterà, inoltre, una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 150.000 tonnellate. Per inciso si parla di fonti rinnovabili non fossili, ovvero energia eolica, solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e oceanica, idraulica, gas di discarica, biomassa, gas residuati dai processi di depurazione e biogas.

logo nova aeg

L’importo totale posto a base di gara è di complessivi euro 55.313.499,13, suddiviso per tipologia di fornitura (bassa, media e alta tensione) e di utilizzo (illuminazione pubblica e storici dei consumi relativi alle Amministrazioni aderenti alla precedente convenzione 2016, maggiorati di una percentuale del 10% per garantire ad ulteriori soggetti la possibilità di aderire). il valore finale cui è stato aggiudicato l'appalto è di euro 39.300.241,13, con un risparmio – sulla base d’asta - di 16 milioni di euro. Il prezzo medio ponderato (ovvero la media dei prezzi delle singole fasce orarie), ottenuto a seguito di asta elettronica, è di 40,39/MWh, in luogo dei 48,34/MWh della precedente riultante di gara, con un risparmio effettivo superiore ai 6 milioni di euro a parità di consumi.

 

 


Mostra commenti

ADV Bottom (desktop)

DM è il primo quotidiano
ONLINE sul mondo
della moderna distribuzione,
punto d’incontro
tra retailer e
industria di marca.

Approfondimenti, documenti e
servizi legati alle tematiche
dell'economia compatibile.

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information