Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

Slide background
Slide background

Philips promuove un’iniziativa per il rinnovo dei sistemi di illuminazione stradale in Europa

Royal Philips Electronics (AEX: PHI, NYSE: PHG) – lanciato un appello per intensificare le iniziative volte a sostituire gli inefficienti sistemi d'illuminazione stradale presenti in Europa e ha messo a disposizione materiale informativo per incrementare la consapevolezza sui questi temi, proponendo soluzioni appropriate.

Attualmente circa un terzo delle strade e delle autostrade europee viene ancora illuminato utilizzando tecnologia a basso costo e a bassa efficienza energetica risalente agli anni sessanta: le cosiddette lampade a vapore di mercurio, ad alto consumo energetico che comportano un elevato costo totale di esercizio per le autorità locali e per i contribuenti, associati ad alti livelli di emissione di CO2.


Le cifre mostrano che se questi sistemi di lampade a vapore di mercurio e i relativi alimentatori fossero sostituiti con sistemi d’illuminazione di ultima generazione, le autorità comunali potrebbero risparmiare ogni anno fino a 700 milioni di euro in costi di esercizio, consentendo, a livello europeo, una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 3,5 millioni di tonnellate l’anno - un passo da gigante verso il raggiungimento degli obiettivi previsti dal Protocollo di Kyoto.

Dati significativi dal punto di vista ecologico L’Europa potrebbe risparmiare ogni anno 3,5 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 se utilizzasse i sistemi d’illuminazione di ultima generazione Per consumare la stessa quantità di CO2 occorrono 175 milioni di alberi Per produrre questa quantità di energia occorrono 14 milioni di barili di petrolio Questa cifra equivale alla produzione annuale di due centrali elettriche da 1000 MWE Le lampade e gli alimentatori di ultima generazione hanno dimensioni ridotte del 65% rispetto ai vecchi sistemi.

     logo Philips Lighting

Ciò equivale a dire che per la produzione di nuovi supporti e ottiche occorre solo la metà di materiale con conseguenti risparmi connessi alla movimentazione e relativa riduzione delle emissioni di CO2 Dati significativi dal punto di vista economico Se anche gli apparecchi e le ottiche devono essere sostituite, la sostituzione di lampade a vapore di mercurio con lampade a più alta efficienza energetica comporta sensibili risparmi sui costi di esercizio, consente di installare gli apparecchi a maggior distanza tra loro grazie al miglioramento del sistema ottico, fa si che sia possibile diminuire l’altezza dei pali e permette quindi di ridurre le emissioni di CO2.

Si tratta quindi di risparmi ad effetto immediato dopo l’installazione. Se invece i supporti o le ottiche non necessitano di sostituzione, il ritorno degli investimenti - necessari per sostituire il vecchio sistema a vapori di mercurio con un sistema ad alta efficienza energetica a vapore di sodio o a vapore di alogenuri ad alta pressione - si avrà nel giro di un anno.

A livello europeo si conseguirà un risparmio nei costi, quantificabile tra i 600 e i 700 milioni di euro/anno. Il rinnovo degli impianti rientra nel quadro degli obiettivi enunciati nell’Agenda di Lisbona volti a rilanciare la competività europea. “È giunto il momento di passare dalla discussione ad azioni concrete”, spiega Berno Ram, responsabile Ambiente di Philips Lighting, “se desideriamo veramente raggiungere gli obiettivi previsti dal Protocollo di Kyoto.

Berno Ram Philips  Berno Ram, Philips Lighting

Si tratta non solo di trovare fonti sostenibili di energia, ma anche soluzioni per un mirato risparmio energetico e un uso razionale dell’energia“. “La discussione“, continua Ram, “non verte solo su nuove fonti di energia le cui tecnologie saranno implementabili solo in futuro. Ma, esistono soluzioni di risparmio energetico che sono attuabili subito e che, se utilizzate, porterebbero con se tutta una serie di vantaggi immediati. Il nostro obiettivo è quello di creare consapevolezza su quanto può essere fatto oggi ottenendo un effetto immediato e allo stesso tempo riducendo i costi energetici e riducendo l'impatto sull'ambiente.”

Recentemente Philips ha investito pesantemente nella ricerca e sviluppo di sistemi di illuminazione stradale ad alta efficienza energetica di nuova generazione. Il nuovo sistema denominato CosmoPolis consuma meno della metà dell’energia utilizzata da lampade a vapore di mercurio, ha un rendimento luminoso ottimizzato, pur usando quantità minime di mercurio. Le sue dimensioni sono inoltre ridotte del 65% rispetto a lampade a vapore di sodio o a vapore di mercurio ad alta pressione.

Grazie alla riduzione delle dimensioni delle lampade è quindi possibile risparmiare sul costo dei materiali. Un altro vantaggio è costituito dalla riduzione dell’inquinamento luminoso dovuto al miglioramento dei sistemi ottici. CosmoPolis è pertanto un prodotto ad alta efficienza energetica che offre la possibilità di ridurre - a livello Europeo - i consumi di energia e le emissioni di CO2.


Mostra commenti

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information