Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

Slide background
Slide background

DAGLI EDIFICI ALLE INFRASTRUTTURE: COSTRUIRE SOSTENIBILE E GARANTITO

Il 23 giugno a Bologna la prima Giornata nazionale sulla certificazione di sostenibilità presso I.I.P.L.E. - Istituto Istruzione Professionale Lavoratori Edili della Provincia di Bologna.

Cresce nel nostro Paese l’attenzione rispetto a strumenti di garanzia e di valutazione certificata delle prestazioni ambientali di prodotti e processi connessi alle costruzioni. Ciò riguarda sia il mercato privato che quello delle infrastrutture e delle opere pubbliche. ICMQ, istituto di certificazione leader nel settore delle costruzioni organizza su questi temi, in collaborazione con Civiltà di Cantiere, il 23 giugno 2016 a Bologna, dalle 10 alle 16, presso l’IIPLE, una giornata rivolta a committenti, progettisti e imprese.

La ‘Giornata’ è divisa in tre sessioni. La prima, di carattere generale, tratta il tema della sostenibilità, oggi uno dei principali driver del mercato delle costruzioni e parametro di competitività e vede la partecipazione del presidente di GBC Italia, Gianni Silvestrini e del vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini. La seconda sessione è dedicata a vantaggi e valori della certificazione LEED, che si va affermando come strumento importante di valorizzazione immobiliare per opere di una certa complessità e dimensione. Con l’occasione ICMQ presenterà i risultati di un’indagine qualitativa sul valore del protocollo e sulle sue potenzialità. Il direttore generale di ICMQ Lorenzo Orsenigo ne discuterà con rappresentanti di committenze, imprese e studi di progettazione che hanno applicato il protocollo con successo. La terza sessione è centrata sulla presentazione di Envision, un nuovo protocollo relativo alla sostenibilità delle infrastrutture che si sta affermando negli Stati Uniti e di cui ICMQ è depositaria per l’Italia insieme a MWH Italia.

“Con Envision™ – sottolinea Lorenzo Orsenigo – mettiamo a disposizione delle committenze pubbliche e private un protocollo dettagliato e già sperimentato negli Stati Uniti, in grado di migliorare fin dalla sua fase di pianificazione e di progettazione i processi che riguardano la realizzazione di un’infrastruttura. L’articolazione del protocollo in cinque aree attinenti a 60 indicatori mette in condizione i promotori del progetto di impostare il percorso di relazioni con il contesto esterno, così come la gestione interna, prestando attenzione alle risorse e in una logica di sostenibilità”.

La ‘Giornata’ è l’occasione per conoscere le prime applicazioni e valutare insieme ad alcune committenze pubbliche, come Italferr e Metropolitana Milanese, l’utilità e le potenzialità del protocollo sia rispetto alle esigenze attuali nel Paese che come garanzia per l’utenza finale.


Mostra commenti

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information