Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

Slide background
Slide background

Natale di Roma: Acea illumina il Foro Romano con 450 led

Riduzione dei consumi di energia elettrica del 60%, 6.000 metri di cavi, 3.800 ore di lavoro tra progettazione, direzione e esecuzione lavori.

In occasione del natale di Roma 2016, il 21 aprile (2769mo dalla data tradizionale della fondazione dell’Urbe - 21 aprile del 753 avanti Cristo), il Foro Romano è tornato ad accendersi nella notte, grazie a una nuova illuminazione promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l'Area Archeologica Centrale di Roma, il contributo di Acea, che ne ha curato anche la progettazione e la realizzazione e la collaborazione con Electa. La presidente di Acea Catia Tomasetti e il commissario straordinario del comune di Roma Francesco Paolo Tronca hanno preso parte all'inaugurazione della nuova illuminazione dei Fori, un’occasione unica per ritrovare la romanità e per dare risalto alle eccellenze di Roma.

roma capitale logo

«La luce è una protagonista importante perché come diceva Le Corbusier “l’architettura è nulla senza la luce”» ha dichiarato la presidente. Sono stati molti i personaggi illustri che hanno preso parte all'evento organizzato, tra cui Gigi Proietti e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari Europei Sandro Gozi. Dal tramonto all’alba il cuore antico della città di Roma è visibile a tutti da via dei Fori Imperiali, dal belvedere del Clivo Capitolino, dalla piazza antistante il Carcere Mamertino e, grazie alla nuova illuminazione, con le visite guidate notturne al Foro.

II progetto illuminotecnico di Acea

I fasci di luce del nuovo sistema illuminotecnico - 450 proiettori a led, 6.000 metri di cavi – avvolgono la Via Sacra, dall’arco di Tito a quello di Settimio Severo, le Basiliche di Massenzio, Aemilia e Julia, la Casa delle Vestali, la piazza del Foro, la Curia, i templi di Saturno, di Antonino e Faustina, di Cesare, dei Dioscuri e la chiesa di Santa Maria Antiqua.

Ben 3.800 le ore di lavoro dei tecnici di Acea tra progettazione, direzione e esecuzione degli interventi. Il disegno delle luci, accuratamente studiato, prevede tonalità comprese tra i 2.200 e i 3.800 K, che vanno dal bianco oro al bianco morbido per esaltare e valorizzare al meglio le forme architettoniche, i colori e la matericità dei monumenti. Gli apparecchi led installati sono di piccole dimensioni e ad alta efficienza. La tecnologia di illuminazione è tra le più avanzate e consentirà una riduzione significativa dei consumi di energia elettrica pari al 60%.


Mostra commenti

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information