Logo (desktop)

logo av sito h80

SOCIAL (desktop)

Cerca

ADV testata (desktop)

Slide background
Slide background

Strumenti ed esperienze nel campo della progettazione sostenibile

A seguito del continuo approfondimento e aggiornamento dei parametri più efficaci nelle strategie di caratterizzazione e penetrazione dei prodotti sul mercato, insieme alle caratteristiche di prestazione e di prezzo, la variabile ambientale è da identificarsi come una tra le più rilevanti leve a disposizione delle aziende.

 

La valutazione della sostenibilità ambientale di una determinata scelta, sia essa relativa ad un prodotto o ad un servizio, costituisce un’opportunità di differenziazione sul mercato, soprattutto quando si basa su criteri quantificati e riscontrabili in maniera oggettiva, sulla storia completa (Life Cycle Thinking) e non solo su una fase del ciclo di vita. Non solo: da un punto di vista strategico, il benchmarking o “posizionamento ambientale” di un bene economico sul mercato può fornire utili elementi per pianificare campagne di “marketing verde” mirate ed incisive.

Nascono così diverse iniziative a livello comunitario e internazionale, con ricadute a livello nazionale, volte a rendere disponibili strumenti su larga scala in grado di premiare politiche aziendali ambientali rivolte non solo all’eccellenza ma anche alla massima trasparenza.

È questo il caso del Green Public Procurement (GPP) che, all’interno delle politiche integrate di prodotto comunitarie (l’Integrated Product Policy - IPP), esprime le regole e i principi utili alle Pubbliche Amministrazioni per selezionare e quindi adottare prodotti o servizi che soddisfino anche criteri di compatibilità ambientale.

Ed è questa una svolta che tende a non far più considerare come strumenti di gestione ambientale puramente volontari l’analisi del ciclo di vita (LCA), i sistemi di gestione ambientale (ISO 14001 o EMAS), i marchi ambientali (ecolabel, dichiarazioni ambientali di prodotto - EPD), ma li porta ad essere considerati come strumenti in grado di spingere verso un mercato in grado di soddisfare le caratteristiche di eco-compatibilità rendendoli di conseguenza come strategici se non indispensabili per per poter partecipare con successo agli scambi economici.

Diventa così importante comprendere come meglio ottemperare alla richiesta di informazioni in campo ambientale da parte dell’opinione pubblica, delle Amministrazioni, dei progettisti e dei clienti finali per non rimanere esclusi da fasce di mercato via via più rilevanti.

Mostra commenti

Contatta la Redazione

Contatta la Redazione
1000 caratteri rimanenti

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information